Tubi flessibili del freno in treccia metallica per moto

Più prestazione di frenata, migliore dosaggio del freno: i tubi flessibili del freno in treccia metallica sono tra gli interventi di tuning più sensati da fare su una moto, non importa che si tratti di migliorare i tempi di giro sulla pista o la sicurezza su strada.

Tubi flessibili del freno in treccia metallica per moto
Louis How To Videos

Nota: I video sono in tedesco.

Attenzione: tutti gli interventi all'impianto frenante richiedono "esperienza nel fai da te", assoluto senso di responsabilità e uno spazio di lavoro pulito. Se tuttavia si tratta della "prima volta", dovrebbe essere tassativamente presente un professionista. 

Montaggio di tubi flessibili del freno in treccia metallica

Alcuni motociclisti sarebbero ben contenti di acquistare potenza supplementare al chilo e di spendere un patrimonio in componenti per il tuning, tutto ciò solo per poter stracciare sonoramente un amico alla prima occasione utile. Dimenticandosi però che dopo ogni rettilineo c'è di nuovo una curva e che quando si toglie il pedale dall'acceleratore anche 180 CV non servono a nulla se la moto tira per le lunghe come un treno merci. Proprio per questa ragione un tuning a tutti gli effetti rappresenta un ottimo investimento: tubi flessibili del freno in treccia metallica.

Ciò che al primo sguardo può sembrare un piccolo tubo flessibile per doccia, è in realtà un tubo flessibile in teflon con rivestimento in acciaio che, a differenza della maggior parte dei componenti di serie in gomma, non si dilata in fase di frenata (carico di compressione). Ne risulta una migliore risposta e un punto di pressione percepibile più preciso. A differenza dei componenti in gomma, i tubi in treccia metallica sono resistenti all'invecchiamento. Dopo circa 5 anni i tubi in gomma diventano lentamente porosi e devono essere sostituiti. Al più tardi dovrebbe essere questo il momento giusto per passare alla treccia metallica che per di più è anche decisamente più bella da vedere! 

Quando si sostituisce il tubo flessibile del freno si lavora con il liquido freni. I liquidi freni DOT 3, 4 e 5.1 sono corrosivi e intaccano la vernice. Eventuali spruzzi devono essere subito lavati via con acqua. Il liquido freni DOT 5 a base siliconica non è corrosivo. Quando si acquista nuovo liquido attenersi scrupolosamente alle indicazioni del costruttore del proprio veicolo (istruzioni per l'uso/dicitura sul cilindro freno principale). Leggere attentamente le indicazioni di pericolo sulla confezione. Smaltire correttamente il vecchio liquido freni e gli stracci utilizzati presso un centro di raccolta di rifiuti speciali!


Montaggio di tubi flessibili del freno in treccia metallica – iniziamo

Fase 1: aspirare il liquido freni

Fase 1: aspirare il liquido freni

01 – Aspirare il liquido freni

Prima di aspirare il liquido freni, proteggere con stracci le parti a rischio della moto come parafango e carena. Usare occhiali protettivi per gli occhi. Avvolgere anche il serbatoio di accumulo con uno straccio che assorba gli spruzzi. Allentare le viti, solitamente molto morbide, del coperchio del serbatoio di accumulo con un cacciavite adatto in modo esatto e appoggiarle su un panno privo di pelucchi. Ora è possibile aspirare il liquido freni presente nel serbatoio di accumulo. Chi non dispone di un apparecchio di aspirazione alla fase successiva deve attendere più a lungo oppure pompare con la leva del freno.


Fase 2: scaricare il liquido freni

Fase 2: scaricare il liquido freni

02 – Scaricare il liquido freni

Ora rimuovere il primo tubo del freno nel punto più basso (pinza freno) e tenerlo in un contenitore resistente agli acidi in modo che il sistema possa svuotarsi. Pompando con la leva del freno si accelera il tutto. Se sono presenti due pinze freno (impianto a doppio disco), rimuovere il secondo tubo flessibile del freno nel punto più basso. 


Fase 3: confrontare i tubi flessibili del freno

Fase 3: confrontare i tubi flessibili del freno

03 – Confrontare i tubi flessibili del freno

Se il sistema è stato svuotato definitivamente, svitare il primo tubo anche all'estremità superiore e confrontarlo con il nuovo tubo flessibile del freno. Non agitare troppo il vecchio tubo flessibile: se è ancora presente una goccia di liquido freni al suo interno, sicuramente andrà a finire nel bel mezzo del poster preferito appeso alla parete del garage.


Fase 4: serrare la vite cava con coppia

Fase 4: serrare la vite cava con coppia

04 – Serrare la vite cava con coppia

Dopo aver pulito le superfici di collegamento, è possibile montare il nuovo tubo flessibile del freno con nuovi anelli di tenuta senza formare pieghe né torsioni. I tubi flessibili del freno dovrebbero essere disposti esattamente come quelli di prima in modo da non subire abrasioni o piegamenti quando si inserisce la forcella. In fase di serraggio, rispettare le indicazioni del produttore della moto per quanto riguarda la coppia di serraggio oppure le indicazioni del produttore dei tubi flessibili del freno. Chi pensa che le chiavi dinamometriche siano solo per dilettanti è stato avvertito. Gli alloggiamenti della pinza freno e del cilindro freno principale sono molto sensibili e possono scoppiare o causare la formazione di crepe. E non sono esattamente tra i pezzi di ricambio più convenienti. I fortunati possessori di freni a doppio disco a questo punto ripetono l'ultima fase di lavoro con il secondo, ed eventualmente con il tubo superiore più corto dal cilindro freno principale fino al tubo del distributore.


Fase 5: riempire e spurgare

Fase 5: riempire e spurgare

05 – Riempire e spurgare

Quindi rifornire e spurgare l'impianto frenante. A causa del diametro interno più piccolo dei tubi in acciaio intrecciato non è sempre semplice eseguire lo spurgo. Senza un apparecchio per lo spurgo l'operazione potrebbe durare a abbastanza a lungo o addirittura fallire. In questo caso è caldamente consigliato un apparecchio per lo spurgo, ad esempio lo spurgatore per freni Mityvac. Per tutti coloro che per il momento temono i costi: buona fortuna!

Nota: in questo caso descriviamo i metodi manuali perché con gli apparecchi per lo spurgo sono incluse le relative istruzioni per l'uso specifiche.


Schizzo del tubo del freno

Rifornire il serbatoio di accumulo con il nuovo liquido freni fino al contrassegno del livello massimo in base alle indicazioni del produttore. Ora inserire una chiave ad anello sulla vite di spurgo, dotare la valvola di un tubo flessibile trasparente e posizionare un contenitore resistente agli acidi sotto il tubo flessibile. Aprire la vite di spurgo di mezzo giro. Pompare tre volte la leva o il pedale del freno e con la leva tirata chiudere di nuovo la vite di spurgo; solo a questo punto rilasciare nuovamente la leva. Ripetere quest'operazione prestando attenzione al livello massimo/minimo del serbatoio di accumulo fino a quando non sono più visibili bolle d'aria nel tubo flessibile. Picchiettare leggermente sul tubo flessibile e sul distributore con l'impugnatura di un cacciavite può aiutare a far fuoriuscire l'aria dal sistema. Il livello minimo nel serbatoio non deve mai scendere al di sotto; rabboccare tempestivamente! Se necessario, ripetere la stessa operazione sulla seconda pinza freno. Se una pinza freno è dotata di due viti di spurgo, è necessario eseguire lo spurgo anche sull'altra vite. Se, nonostante molti tentativi, dopo la chiusura della vite di spurgo non si ottiene comunque un punto di pressione di frenatura fisso sulla leva, è possibile che qualcosa non sia a tenuta, che la vite di spurgo sia stata allentata eccessivamente oppure addirittura sia necessario utilizzare un apparecchio per lo spurgo perché dell'aria residua si è depositata nel sistema. Se funziona, eseguire il rifornimento finale del serbatoio per liquido freni fino al livello massimo, posizionare il manicotto in gomma e montare il coperchio

Se le pastiglie freno sono già un po' consumate, non si dovrebbe riempire il serbatoio fino al contrassegno del livello massimo. In caso contrario, alla sostituzione delle pastiglie sarebbe presente troppo liquido freni nel sistema. Esempio: se le pastiglie sono consumate al 50%, riempire fino alla metà tra il contrassegno del livello minimo e massimo.  

Per maggiori informazioni sull'argomento, raccomandiamo di consultare i consigli per meccanici fai da te Liquido freni. Un controllo finale del funzionamento del freno a veicolo fermo è un must assoluto. Dopo una breve corsa a vuoto deve essere percepibile un punto di pressione fisso prima che la leva tocchi il manubrio. D'ora in avanti potrai frenare senza pensieri!   


Il nostro consiglio


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.