Manutenzione dello scooter

Gli scooter ci accompagnano nella vita di tutti i giorni senza troppe pretese. Però anche lo scooter più semplice sul lungo periodo necessita di manutenzione. Maggiore sarà la cura che gli dedichiamo, migliore sarà il suo funzionamento.

Manutenzione dello scooter

Per uno scooter in perfetta forma

Non c'è scooter che non abbia bisogno di un po' di manutenzione, anche quelli che in genere non richiedono nessuna cura in particolare. Verifica quindi regolarmente il corretto funzionamento e la sicurezza delle funzioni di base e dei componenti del tuo scooter. In questo modo, potrai divertirti a lungo sul tuo veicolo.


Manutenzione dello scooter – iniziamo

Fase 1 – controllare la pressione di gonfiaggio …

Fase 1: controllare la pressione di gonfiaggio …

01 – Controllare la pressione dei pneumatici

La pressione di gonfiaggio è corretta (vedere le istruzioni per l'uso relative al veicolo)? In genere la pressione anteriore deve essere pari a 1,5 – 1,8 bar, quella posteriore a 2,0 – 2,2 bar.


Fase 2 – … e la profondità del battistrada

Fase 2: … e la profondità del battistrada

02 – Controllare la profondità del battistrada

Gli pneumatici hanno sufficiente battistrada? La profondità minima del battistrada prevista dalla legge è 1,6 mm. Per garantire viaggi sicuri sul bagnato, è tuttavia consigliabile sostituire gli pneumatici a partire da una profondità di 2 mm.


Fase 3: lo spessore delle pastiglie dei ceppi freno è ancora sufficiente?

Fase 3: lo spessore delle pastiglie dei ceppi freno è ancora sufficiente?

03 – Spessore delle pastiglie dei freni

Lo spessore delle pastiglie dei ceppi freno è ancora sufficiente? Sul freno a disco lo si vede dalla fessura di controllo tra pastiglia e disco freno: se la fessura non è più visibile è necessario sostituire la pastiglia. Lo stesso vale quando lo spessore minimo della pastiglia risulta già inferiore a 1,5 mm in alcuni punti. Sul freno a tamburo si trova spesso un indicatore sulla leva del freno, in alternativa anche la regolazione dell'asta comando freno o il regolatore del comando a cavo flessibile possono fornire indicazioni oppure è necessario guardare all'interno del tamburo.


Fase 4 – controllare il disco freno con una vite micrometrica

Fase 4: controllare il disco freno con una vite micrometrica

04 – Controllare il disco del freno

I dischi freno sono molto usurati (presentano un gradino evidente sul bordo) oppure notevolmente rigati? La presenza di rigature peggiora l'azione frenante, mentre dischi freno con un livello di usura superiore al limite si surriscaldano e devono essere assolutamente sostituiti. 


Fase 5 – rabboccare regolarmente le batterie ad acido con acqua demineralizzata

Fase 5: rabboccare regolarmente le batterie ad acido con acqua demineralizzata

05 – Ricaricare regolarmente la batteria 

La batteria ha bisogno di essere rabboccata con acqua demineralizzata (non se si tratta di batterie permanentemente sigillate e a manutenzione zero)? La batteria è posizionata sotto al sedile, in uno scomparto della carena frontale o nell'area del tunnel dello scooter (vedere le istruzioni per l'uso relative al veicolo). 


Fase 6 – non dimenticare di rabboccare regolarmente l'olio per motori a due tempi!

Fase 6: non dimenticare di rabboccare regolarmente l'olio per motori a due tempi!

06 – Riempire regolarmente l'olio per due tempi

Il livello dell'olio ed eventualmente del liquido refrigerante è corretto (solo in caso di raffreddamento ad acqua)? Il motore presenta difetti di tenuta? In caso di dubbio è preferibile farli controllare da un'officina. I motori degli scooter sono caratterizzati da un volume di riempimento olio ridotto, quindi una perdita di olio può causare rapidamente danni al motore! I tubi del freno sono fessurati, fragili o danneggiati? In questo caso è indispensabile che tu ti rivolga alla tua officina. I comandi a cavo flessibile sono ancora stabili o si riscontra la rottura di fili isolati (in caso affermativo, sostituire il cavo flessibile)? È necessario regolare i cavi o le leve? Si forma un velo di ruggine sui componenti in metallo? Prima si combatte la ruggine con carta abrasiva e vernice, meglio è! Le piastre di montaggio mostrano segni di crepatura causati da vibrazioni? Tutte le viti sono serrate? Se ci sono viti arrugginite, la soluzione migliore è sostituirle. Tutti i dispositivi di illuminazione, inclusa la luce freno, sono funzionanti oppure è necessario sostituire delle lampadine?

Soprattutto negli scooter con motore a due tempi, a ogni sosta al distributore di benzina è necessario controllare il livello di riempimento del serbatoio olio per motori a due tempi. Se l'indicatore di controllo lampeggia potrebbe essere già troppo tardi: viaggiare senza olio provoca in breve tempo danni al motore! In alcuni scooter la risposta della spia di segnalazione determina l'interruzione dell'accensione. Utilizzare esclusivamente olio motore per motori a due tempi di scooter o moto.

Anche i motori a quattro tempi hanno un determinato consumo d'olio, quindi di tanto in tanto si dovrebbe controllare che il livello di riempimento olio sia corretto. In questo caso utilizzare olio motore per motori a quattro tempi del settore motociclistico (i tipi di olio sono indicati nelle istruzioni per l'uso del proprio veicolo). 


Ulteriori interventi di manutenzione

Per memorizzare a quali intervalli il produttore ha previsto ulteriori interventi di manutenzione sullo scooter è consigliato consultare le istruzioni per l'uso relative al veicolo o informarsi presso il proprio rivenditore autorizzato.

Come per le automobili e le moto, sullo scooter in ogni caso si dovrebbe sostituire il liquido freni di un impianto frenante idraulico ogni due anni. Nel sistema chiuso quest'ultimo infatti assorbe acqua con il tempo, non garantendo più un punto di pressione di frenatura sicuro quando i freni si surriscaldano. Dal momento che i lavori sul freno sono molto importanti per la sicurezza di guida e che il liquido freni attacca la vernice, la sostituzione del liquido freni deve essere eseguita solo da "meccanici fai da te" esperti. Maggiori informazioni su questo argomento sono disponibili nei nostri consigli per meccanici fai da te Liquido freni per moto. Anche quando, a moto ferma, il freno idraulico non ha più un punto di pressione di frenatura definito, ad esempio quando è possibile tirare la leva del freno fino al manubrio, c'è qualcosa che non va. Probabilmente è necessario spurgare il freno, in caso di dubbi informati presso la tua officina specializzata.


Fase 7 – smontare il filtro dell'aria, pulirlo e lubrificare leggermente il filtro dell'aria in schiuma

Fase 7: smontare il filtro dell'aria, pulirlo e lubrificare leggermente il filtro dell'aria in schiuma

07 – Filtro dell'aria pulita

Il controllo del filtro dell'aria è un'operazione semplice che dovrebbe essere eseguita ogni 4.000 km circa. Un filtro dell'aria intasato può ridurre le prestazioni su strada, residui di sporcizia possono penetrare nell'impianto di alimentazione carburante fino a non far funzionare il motore come si deve o a causare problemi di avviamento. La pulizia del carburatore o dell'impianto di iniezione richiederebbe molto lavoro. Il filtro dell'aria è alloggiato dietro una carena laterale oppure all'interno di una scatola nell'area del variomatic dello scooter. Se il filtro è in schiuma e non è danneggiato, è possibile rimontarlo dopo averlo lavato con una soluzione detergente e lubrificato leggermente con olio, mentre il filtro di carta deve essere sempre sostituito. 


Fase 8 – aprire la vite di scarico e scaricare l'olio nella vaschetta di raccolta

Fase 8: aprire la vite di scarico e scaricare l'olio nella vaschetta di raccolta

08 – Scarico dell'olio motore

Negli scooter con motore a quattro tempi è inoltre necessario sostituire l'olio e il filtro dell'olio ogni 4.000 km circa. Riscaldare il motore in modo che l'olio scorra bene. Appoggiare lo scooter su una superficie piana, posizionare un telone o del cartone sotto il veicolo e una vaschetta di raccolta sufficientemente capiente sotto il motore, quindi aprire la vite di scarico in modo che l'olio caldo venga scaricato nella vaschetta. Dopo aver fatto sgocciolare completamente l'olio, pulire la vite di scarico e la superficie di tenuta sul motore e inserire nuovamente la vite con un nuovo anello di tenuta. Serrare con delicatezza la vite senza stringere troppo il filetto nell'alloggiamento in alluminio del motore! 


Fase 9 – rimuovere il filtro dell'olio e far scorrere i residui d'olio nella vaschetta

Fase 9: rimuovere il filtro dell'olio e far scorrere i residui d'olio nella vaschetta

09 – Rimuovere il filtro dell'olio

A questo punto spingere la coppa dell'olio sotto il portafiltro dell'olio e rimuovere il filtro, segnandosi l'esatta posizione di montaggio dei singoli componenti. Fuoriuscirà una piccola quantità residua di olio. A seconda del tipo di filtro, pulire accuratamente il filtro a reticella con un detergente per freni o sostituire il filtro monouso. 


Fase 10 – lubrificare leggermente e montare un nuovo anello di tenuta

Fase 10: lubrificare leggermente e montare un nuovo anello di tenuta

10 – Supporti per anelli di tenuta

Rimontare il tappo del filtro dell'olio con una nuova guarnizione seguendo l'ordine inverso (l'anello di tenuta è incluso nel filtro a cartuccia), prestando nuovamente attenzione al filetto. 


Fase 11, fig. 1 – versare olio con viscosità e nella quantità corretti

Fase 11, fig. 1: versare olio con viscosità e nella quantità corretti

11 – Viscosità e quantità corrette

Ora è possibile rifornire il motore con olio motore per motori a quattro tempi di tipo e nella quantità corretti attraverso il bocchettone di riempimento. Tenere acceso il motore e controllare ancora una volta il livello di riempimento utilizzando l'astina di livello o la finestrella di ispezione con il veicolo posizionato orizzontalmente. Verificare se l'olio esausto contiene residui metallici. Se nell'olio si trovano frammenti metallici, chiedere alla propria officina da cosa potrebbero derivare per evitare un danno maggiore. Quindi consegnare l'olio presso un centro di riciclo o la propria filiale Louis per lo smaltimento. Sul motore a due tempi non è necessario eseguire alcun cambio d'olio. Tuttavia il corretto funzionamento della pompa dell'olio per motori a due tempi è essenziale per la lubrificazione separata del motore. Il suo funzionamento deve essere controllato regolarmente se la pompa dell'olio è comandata mediate cavo Bowden e viene quindi azionata da un cavo dell'acceleratore composto. 

Fase 11, fig. 2 – controllare la marcatura

Fase 11, fig. 2: controllare la marcatura

Per raggiungere la pompa dell'olio, sullo scooter rimuovere la carena laterale e/o il vano portaoggetti e, in alcuni casi, anche un deflettore dell'aria. Sulla pompa dell'olio si trova una puleggia di rinvio del cavo Bowden. Questa puleggia deve fornire una risposta non appena si gira la manopola dell'acceleratore, quindi non deve esserci gioco in quanto, in caso contrario, la pompa dell'olio non lavorerebbe in modo sincrono con il carburatore e il motore non verrebbe temporaneamente alimentato con olio. 

In genere sull'alloggiamento della pompa dell'olio e sulla puleggia si trovano delle marcature. Se le marcature risultano allineate quando la manopola dell'acceleratore è chiusa o completamente aperta (a seconda del modello), il cavo della pompa dell'olio è regolato correttamente mediante il regolatore. 

Fase 11, fig. 3 – vite di regolazione del cavo della pompa dell'olio

Fase 11, fig. 3: vite di regolazione del cavo della pompa dell'olio

Poiché il cavo dell'acceleratore tende ad allungarsi con il tempo a causa dell'utilizzo, di tanto in tanto deve essere nuovamente regolato. Non tendere eccessivamente la puleggia di rinvio del cavo Bowden, in quanto lo scooter brucerebbe troppo olio per motori a due tempi con la conseguente rapida cokizzazione dell'impianto di scarico e di sbocco. 

Fondamentale per la regolazione è ovviamente un funzionamento impeccabile del cavo dell'acceleratore e della manopola girevole. La manopola dovrebbe ritornare sempre automaticamente in posizione, il gioco tra manopola girevole e alloggiamento deve essere pari a 2 – 6 mm (contrassegnare eventualmente con gesso per eseguire il controllo; è possibile regolare il cavo sul regolatore del cavo dell'acceleratore) e il cavo non deve trovarsi in tensione in caso di sterzata completa. Sostituire immediatamente i cavi sfilacciati.

Tra la pompa dell'olio per motori a due tempi e il motore si trova spesso un filtro a flusso che deve essere sostituito a determinati intervalli o se è presente sporco visibile. Per farlo, interrompere il flusso dell'olio con una fascetta stringitubo. Durante il montaggio del nuovo filtro prestare attenzione alla direzione del flusso. Assicurarsi che non penetrino grosse bolle d'aria nel filtro.


Fase 12 – cambiare l'olio nella trasmissione finale

Fase 12: cambiare l'olio nella trasmissione finale

12 – Cambiare l'olio nella trasmissione finale

Sia che si tratti di un motore a due o a quattro tempi, è necessario cambiare regolarmente l'olio nella trasmissione finale (vedere le istruzioni per l'uso relative al veicolo per l'intervallo di manutenzione e i tipi di olio, oli speciali per il cambio dello scooter sono disponibili in commercio in pratici contenitori di piccole dimensioni). Per farlo, sollevare di nuovo il veicolo in verticale sul cavalletto centrale su una superficie piana e pulire bene la trasmissione finale nell'area intorno al tappo di rabbocco e alla vite di scarico. Scaricare la quantità in genere esigua di olio in un recipiente attraverso la vite di scarico, pulire la vite e montarla con un nuovo anello di tenuta. 

Serrare con delicatezza la vite nell'alloggiamento in alluminio. Rabboccare il nuovo olio nella trasmissione attraverso il tappo di rabbocco. Se non è presente una sonda di livello di riempimento, verificare la quantità presso un rivenditore o controllare su www.louis-moto.it nella banca dati moto Louis. Inserire di nuovo il tappo di rabbocco pulito con una nuova guarnizione. Dopo un giro di prova controllare nuovamente il livello di riempimento. 

Smaltire l'olio esausto presso un centro di riciclo o la propria filiale Louis. Assicurarsi che l'olio non possa essere disperso nell'ambiente. Se la trasmissione non è a tenuta è necessario cercare un'officina, in quanto in breve tempo sarebbe a secco a causa della quantità ridotta di olio presente.


Attenzione: è preferibile lasciare che l'officina specializzata si occupi degli interventi al gioco delle valvole e "a cuore aperto" sullo scooter.


  • Ogni 6.000 – 10.000 km si dovrebbe regalare al proprio scooter una nuova candela di accensione che gli assicuri un buon avviamento e prestazioni. Per raggiungere la candela, in alcuni scooter è necessario rimuovere una copertura o il vano portabagagli. Sostituire la candela di accensione dopo aver lasciato raffreddare il motore, usando una chiave per candele di misura adeguata (in genere fornita con gli attrezzi di bordo). 
  • Assicurarsi che non cadano residui di sporco nel motore; se la candela si trova in un vano più profondo all'interno della testa del cilindro (motore a 4 tempi), pulirlo al meglio con un aspirapolvere o aria compressa prima di rimuovere la candela. 
  • Utilizzare esclusivamente il tipo di candela prevista dal produttore e controllare la distanza tra gli elettrodi (vedere le istruzioni per l'uso relative al veicolo) con un calibro a spessori. Se necessario, regolare la distanza piegando con cautela l'elettrodo centrale.
  • A intervalli più lunghi (5.000 – 20.000 km in base al modello) negli scooter a quattro tempi è necessario controllare il gioco delle valvole.
  • Se dopo un ciclo di vita più lungo si verifica la cokizzazione interna di uno scarico, in genere è necessario sostituirlo, solo negli scooter classici di tanto in tanto è possibile ancora aprire lo scarico e rimuovere i depositi bruciandoli. Questa operazione non è tuttavia particolarmente sicura e non deve essere tentata in nessun caso su uno scarico integrale di un moderno scooter. 

Il nostro consiglio


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.