Realizzazione dei collegamenti dei cavi

Tutti i collegamenti dei cavi presenti sulla moto dovrebbero essere affidabili al cento per cento, non importa se sono realizzati con un connettore o una saldatura.

Realizzazione dei collegamenti dei cavi

Che si monti un manubrio alto sulla moto, si installino fari supplementari oppure si debba revisionare il cablaggio di una moto classica, ci sono tanti interventi sulla due ruote che rendono necessario realizzare o sostituire i collegamenti dei cavi con dei nuovi. Attorcigliare semplicemente insieme i fili e avvolgerli con nastro adesivo potrebbe funzionare all'inizio, ma non per molto. Chiunque abbia mai dovuto cercare la causa di un cortocircuito nell'oscurità di una strada di campagna, magari sotto una pioggia torrenziale, in futuro è poi riuscito a dare la giusta importanza a collegamenti dei cavi più resistenti.


L'isolamento del cavo può essere rimosso facilmente con delle pinze spelacavi

L'isolamento del cavo può essere rimosso facilmente con delle pinze spelacavi

Rimozione dell'isolamento dei cavi

Prima di poter iniziare a eseguire il collegamento è necessario preparare ciascuno de i cavi. A tal fine è necessario eliminare l'isolamento dai trefoli (i fasci di fili nel cavo). È possibile ovviamente tentare con il coltello tascabile, ma in questo modo si corre il rischio di danneggiare il trefolo. 

Si lavora in modo più sicuro, rapido e professionale con delle pinze spelacavi e il risultato pulito facilita il collegamento, indipendentemente da quale dei metodi seguenti venga utilizzato.


I collaudati connettori standard presenti su moto giapponesi

I collaudati connettori standard presenti su moto giapponesi

Connettori giapponesi

Hanno un'estetica più professionale sul cablaggio della moto rispetto ai colorati capicorda per veicoli e offrono una buona protezione contro l'umidità grazie ai loro isolatori in plastica. I connettori giapponesi sono sempre perfetti quando si deve montare sulla moto un componente con pochi cavi di collegamento. È importante crimpare i connettori in modo solido. A questo scopo, la soluzione migliore è utilizzare una pinza crimpatrice brevettata con ganasce crimpatrici adatte, in cui i capicorda del connettore vengano inseriti e pressati in modo saldo e pulito con una sola operazione. 


impermeabili e affidabili: connettori Seal di BAAS

impermeabili e affidabili: connettori Seal di BAAS

Connettore multiplo

I connettori multipli sono indicati quando si monta un componente con diverse uscite dei cavi oppure è necessario liberare un vecchio cablaggio da connettori corrosi o danneggiati. Per estrarre le linguette in metallo dal corpo in plastica sul vecchio connettore è necessario premere da sotto verso l'interno la linguetta piccola con un cacciavite molto sottile, tirando contemporaneamente il connettore. Per crimpare i capocorda si utilizza come per i connettori giapponesi una pinza crimpatrice brevettata con ganasce adatte.

Se si desidera impermeabilizzare il connettore contro l'umidità, dopo il montaggio finale passare semplicemente una mano di mastice liquido in corrispondenza dell'ingresso del cavo oppure utilizzare direttamente i connettori Seal impermeabili, ad esempio quelli di Baas.


Posizionare il trefolo spelato sul cavo isolato e premere il connettore

Posizionare il trefolo spelato sul cavo isolato e premere il connettore

Suggerimento per cavi sottili

Se il cavo di collegamento è molto sottile, di solito non può essere collegato abbastanza saldamente e tende a staccarsi dal connettore. In questo caso posizionare il trefolo spelato sul cavo isolato per aumentare la sezione. Ora è possibile premere saldamente il connettore sul cavo.


I connettori autosaldanti sono ideali per collegare tra loro due cavi permanentemente

I connettori autosaldanti sono ideali per collegare tra loro due cavi permanentemente

Connettori autosaldanti

Connettori per cavi trasparenti, riempiti con lega per saldatura al centro, sono ideali quando si deve collegare tra loro due cavi permanentemente, in quanto sono impermeabili, snelli ed esteticamente migliori rispetto ai connettori colorati a crimpare disponibili tra gli accessori per auto. 

Inoltre sono anche facili da montare: le estremità dei cavi spelate di un paio di millimetri vengono inserite l'una contro l'altra al centro nel connettore adatto alla sezione del cavo e la lega per saldatura viene riscaldata con cautela al centro con una pistola termica o un accendino finché non è stato creato il collegamento saldato. 

In caso di bisogno è possibile farlo anche sul bordo della strada senza corrente, pinza e saldatoio a stagno. Alcuni connettori autosaldanti, un accendino e un pezzo di cavo di ricambio non dovrebbero quindi mai mancare tra gli utensili di bordo da viaggio. 


Con l'attrezzatura giusta la saldatura è un gioco da ragazzi

Con l'attrezzatura giusta la saldatura è un gioco da ragazzi

Saldatura e isolamento

Se è necessario allungare o accorciare i cavi e nel punto in questione i connettori per cavi non sono belli da vedere, si consiglia di saldare tra loro i segmenti di cavo con il saldatoio a stagno. Il giunto saldato viene isolato con una guaina termoretraibile. Il cavo saldato può essere inserito in una guaina per cavi.

Per realizzare un collegamento saldato, devono essere presenti sempre punti di contatto puliti e privi di grasso. Per la saldatura è sempre necessario un cavo con anima senza tracce di corrosione: un vecchio cavo color verderame non può più essere saldato e dovrebbe comunque essere sostituito in quanto ha una resistenza troppo alta.


Realizzazione dei collegamenti dei cavi – iniziamo

Fase 1: fare sciogliere lo stagno sul saldatoio a stagno e collegare i cavi

Fase 1: fare sciogliere lo stagno sul saldatoio a stagno e collegare i cavi

01 – Saldatore

  1. Mentre il saldatoio a stagno si riscalda, preparare i cavi per la saldatura: tagliarli, spelarli con cautela di un paio di millimetri e spingere indietro un piccolo pezzo di guaina termoretraibile da uno dei cavi prima di eseguire il collegamento. 
  2. Quando il saldatoio a stagno è sufficientemente caldo stagnare i trefoli spelati di ciascuna estremità del cavo tenendo il saldatore elettrico e facendo sciogliere un po' di stagno dall'alto. 

Se l'anima del cavo è pulita, lo stagno viene "risucchiato" per bene tra gli interstizi. Se lo stagno si imperla, vuol dire che il filo per la saldatura non è sufficientemente pulito. La soluzione migliore è serrare il cavo da stagnare in una morsa a vite. Se non è possibile, può essere utile la presenza di un aiutante.

Ora se necessario lasciare serrata un'estremità del cavo, premere contro l'altra e tenere la punta del saldatoio a stagno fino a quando la lega di saldatura si fonde e i cavi si saldano. 


Fase 2: proteggere il giunto appena saldato dall'umidità con una guaina termoretraibile

Fase 2: proteggere il giunto appena saldato dall'umidità con una guaina termoretraibile

02 – Giunto a saldare

Dopo un istante il giunto saldato si raffredda ed è possibile spingere la guaina termoretraibile. Utilizzando un accendino riscaldare la guaina a una breve distanza e farla restringere. Se presente, invece dell'accendino è possibile utilizzare anche un fon per far restringere la guaina.


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.