Informazioni utili sulle pinze dei freni

I freni non sono tutti uguali. I costruttori di moto pensano sempre a nuovi modi per riuscire ad arrestare il mezzo.

Informazioni utili sulle pinze dei freni

Pinza flottante vs. pinza fissa

I freni a disco rappresentano oggi il metro di valutazione per le tecnologie concepite per rallentare un mezzo. Chiaro, lo sanno tutti. Ma chi sa anche che tipo di freno a disco è montato sulla propria moto? Ci sono infatti importanti differenze costruttive, soprattutto per quanto riguarda la struttura delle pinze dei freni.

Tipi di pinze dei freni

Un problema fondamentale nella costruzione di freni a disco è la necessità di garantire che il disco sia bloccato nella pinza con la stessa forza da entrambi i lati. Inoltre, disco e pastiglie devono continuamente riadattarsi l'uno alle altre. I costruttori raggiungono questa flessibilità posizionando il disco o la pinza in modo "flottante", ovvero consentendo un gioco laterale del componente (alcuni decimi di millimetro). Ecco che si parla rispettivamente di freno con pinza flottante con disco fisso o di freno a pinza fissa con dischi flottanti. 

Tuttavia c'è sempre l'eccezione alla regola! Specialmente nel caso dei freni della ruota posteriore, che subiscono una sollecitazione relativamente bassa, in alcuni modelli pinza e disco sono montati in modo fisso. 

Le pinze flottanti sono ancora usate frequentemente sulle moto più piccole e meno potenti. Le pinze fisse, invece, sono montate su mezzi potenti e pesanti in virtù dei loro standard di potenza più elevati. 

I freni a pinza flottanti sono riconoscibili dai pistoni dei freni posizionati solo all'esterno

I freni a pinza flottanti sono riconoscibili dai pistoni dei freni posizionati solo all'esterno

I freni a pinza flottanti possono anche essere dotati di dischi freno monoblocco

I freni a pinza flottanti possono anche essere dotati di dischi freno monoblocco

Con i freni a pinza fissi ci sono sempre due pistoni dei freni opposti

Con i freni a pinza fissi ci sono sempre due pistoni dei freni opposti

I freni a pinza fissa di solito hanno dischi freno che sono montati in cosiddetti galleggianti

I freni a pinza fissa di solito hanno dischi freno che sono montati in cosiddetti galleggianti


Un concentrato di tecnologia di quasi 50 anni fa: la pinza flottante a un pistoncino di una Kawasaki Z 900

Un concentrato di tecnologia di quasi 50 anni fa: la pinza flottante a un pistoncino di una Kawasaki Z 900

Questione di pressione: i pistoncini dei freni

Schizzo: Uno schizzo di una sella galleggiante a pistone singolo di una Kawasaki Z 900.

Schizzo: Uno schizzo di una sella galleggiante a pistone singolo di una Kawasaki Z 900.

In qualche modo, la pastiglia del freno deve raggiungere il disco. In tutti i più recenti sistemi frenanti, la pressione necessaria viene generata in modo idraulico: dalla leva del freno attraverso la tubazione idraulica verso il pistoncino del freno. In linea di principio è sufficiente un singolo pistoncino del freno. Quasi tutti i freni a disco della ruota anteriore moderni dispongono però di un numero compreso tra due e sei (o addirittura otto) di questi elementi che generano pressione. Questo perché più pistoncini rendono possibili pastiglie più grandi (o più pastiglie singole), quindi anche una migliore ripartizione di pressione e una più alta prestazione di frenata.

(Schizzo: L'anello di tenuta o di bloccaggio non porta le sue due denominazioni per nulla. Questo perché non solo mantiene il liquido dei freni nel sistema, ma riporta il pistone del freno nella sua posizione originale quando il freno viene rilasciato).

Tanto aiuta tanto: la pinza fissa a sei pistoncini di una Suzuki GSX 1400

Tanto aiuta tanto: la pinza fissa a sei pistoncini di una Suzuki GSX 1400


Yamaha è stata tra i primi produttori ad aver introdotto la pinza monoblocco nella grande serie

Yamaha è stata tra i primi produttori ad aver introdotto la pinza monoblocco nella grande serie

Saldo in sella: in due pezzi vs. un pezzo

Originariamente, la pinza fissa era formata da due metà avvitate tra loro. Nel frattempo, ha preso piede la tendenza che prevede l'uso di pinze fuse in unico pezzo (monoblocco). L'obiettivo è quello di evitare che la pinza di allarghi in fase di frenata. Questo riduce infatti sia la prestazione di frenata, sia la sensazione percepita nel punto di pressione e la dosabilità.


Molto in voga: freni a disco con accoppiamento radiale, anche sui normali mezzi da strada

Molto in voga: freni a disco con accoppiamento radiale, anche sui normali mezzi da strada

Ancoraggio: la soluzione radiale

Da alcuni anni, i produttori montano sempre più spesso pinze dei freni provviste di accoppiamento radiale. L'idea nasce dal mondo delle corse. Il motivo di tale scelta sta nel fatto che la distanza dall'asse della ruota può essere modificata in tutta semplicità grazie a distanziatori. In questo modo, è possibile adattare il freno a diversi diametri dei dischi.


Per l'uso sulla ruota posteriore, sono più che sufficienti dei freni con pinze flottanti

Per l'uso sulla ruota posteriore, sono più che sufficienti dei freni con pinze flottanti

Massima semplicità: il freno della ruota posteriore

Poiché in ogni caso la parte del leone per quanto riguarda le prestazioni di frenata la fa la ruota anteriore (niente di nuovo, è grazie al trasferimento dinamico del carico dell'asse), sulla ruota posteriore vengono impiegati freni relativamente semplici. Qui i dischi freno sono notevolmente più piccoli. Anche le pinze sono di solito di tipo flottante con uno o due pistoncini.


Riconoscibile dalla seconda tubazione idraulica: il sistema frenante integrale

Riconoscibile dalla seconda tubazione idraulica: il sistema frenante integrale

Sistemi frenanti integrali

Nella maggior parte dei casi, i freni della ruota anteriore e posteriore sono sistemi completamente separati. Tuttavia, alcuni modelli (ad es. di Moto Guzzi e Honda) combinano entrambi i freni dando vita ai cosiddetti sistemi frenanti integrali. A seconda della filosofia del produttore, con questi impianti viene azionato o il freno posteriore tramite la manetta o quello anteriore tramite il pedale del freno.


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.