Spurgo dei freni e cambio del liquido freni

Dei buoni freni sono imprescindibili per la sicurezza di guida quando si è in moto. Occorre pertanto sostituire regolarmente non solo le pastiglie dei freni, ma anche il liquido freni di un impianto frenante idraulico. 

Spurgo dei freni e cambio del liquido freni

Cambio del liquido freni della moto

Non si vede nulla attraverso la finestrella di ispezione del serbatoio per liquido freni? Si vede solo nero? Allora è arrivato il momento di sostituire il vecchio liquido con un liquido freni nuovo, limpido e giallo chiaro. È possibile tirare la leva manuale del freno fino alla manopola dell'acceleratore? Ti stai chiedendo cosa s'intende con l'espressione "punto di pressione"? Anche in questo caso dovresti occuparti dell'impianto idraulico dei freni il prima possibile, perché potrebbe esserci aria nel sistema. Aria che non dovrebbe trovarsi lì. Nota: chi vuole frenare in sicurezza deve assicurarsi di sottoporre regolarmente a manutenzione i freni. Qui ti mostriamo come procedere.

Come descritto nei nostri consigli per meccanici fai da te Nozioni di base sul liquido freni, il fluido idraulico invecchia con il tempo. Assorbe acqua e aria anche nel sistema chiuso, indipendentemente dal chilometraggio del veicolo. Di conseguenza, il punto di pressione del freno diventa più molle, oppure l'impianto idraulico non resiste più alla sollecitazione termica di una frenata di emergenza. È quindi indispensabile sostituire il liquido freni rispettando l'intervallo di manutenzione consigliato dal produttore e, al contempo, spurgare l'impianto frenante. 

Attenzione: durante questi lavori è necessario procedere con la massima accuratezza. I lavori sugli impianti frenanti sono fondamentali per la sicurezza nel traffico stradale e presuppongono approfondite conoscenze tecniche sui veicoli a motore. Non correre quindi rischi dovuti a un deficit di sicurezza! Se non sei sicuro al cento percento di saper eseguire questi lavori, affidati a un'officina specializzata. 

Tutto questo vale soprattutto in caso di impianti frenanti con comando ABS. Questi dispongono solitamente di due circuiti frenanti: da un lato, il circuito di comando che viene azionato dalla pompa del freno e aziona i sensori, dall'altro un circuito di regolazione che viene azionato da una pompa o da un modulatore di pressione e aziona i pistoncini dei freni. Questi sistemi frenanti vanno di solito spurgati elettronicamente, tramite un computer d'officina. Si tratta pertanto di un lavoro che non può essere eseguito in maniera corretta a casa propria. Di seguito descriviamo quindi solo la manutenzione degli impianti frenanti senza ABS!  

Assicurarsi sempre che le parti verniciate del veicolo non entrino in contatto con il liquido freni contenente glicole DOT 3, DOT 4 o DOT 5.1, un prodotto tossico, ed evita tu stesso ogni contatto con questa sostanza. Il prodotto intacca infatti vernici, superfici e pelle! All'occorrenza, questi elementi vanno lavati con abbondante acqua il più velocemente possibile e con la massima cura. Anche il liquido freni siliconico DOT 5 è tossico e lascia una pellicola lubrificante difficile da rimuovere. Va quindi tenuto a debita distanza da dischi freno e pastiglie. 


Per lo spurgo si possono utilizzare diversi ausili

Per lo spurgo si possono utilizzare diversi ausili

  • Fig. 1a – tubo flessibile trasparente
  • Fig. 1b – spurgatore freni con valvola di non ritorno
  • Fig. 1c – pompa per vuoto
  • Fig. 1d – vite di spurgo freni Stahlbus con valvola di non ritorno

 

Spurgo dei freni

La rimozione del vecchio liquido freni e, al contempo, lo spurgo dell'impianto frenante possono avvenire in due modi diversi: o estraendo il liquido con l'ausilio della leva del freno/del pedale del freno e mettendolo in un recipiente di raccolta, oppure aspirando lo stesso attraverso una pompa per vuoto (vedere fig. 1c). 

Mentre si estrae pompando, spingere il liquido freni in un recipiente vuoto tramite un tubo flessibile trasparente (vedere fig. 1a). Prima di iniziare, versare un po' di liquido freni nuovo in questo recipiente (ca. 2 cm) affinché l'aria non venga per sbaglio aspirata di nuovo nell'impianto idraulico attraverso il tubo flessibile. Assicurarsi che il recipiente sia in buono stato. L'estremità del tubo flessibile deve rimanere sempre nel liquido. Per una soluzione ancora più sicura e semplice basta utilizzare uno spurgatore freni con valvola di non ritorno (vedere fig. 1b), che impedisce in modo affidabile il riflusso dell'aria.

In alternativa, si può utilizzare senza problemi anche una vite di spurgo freni Stahlbus con valvola di non ritorno (vedere fig. 1d) per sostituire la vite di spurgo freni originale. Rimane a lungo nel veicolo e renderà la manutenzione futura dei freni molto più semplice.

Spurgatore freni con valvola di non ritorno

Spurgatore freni con valvola di non ritorno

Vite di spurgo Stahlbus

Vite di spurgo Stahlbus

Durante lo spurgo occorre tenere sempre sotto controllo il livello di riempimento del serbatoio del sistema: accertarsi che non si svuoti mai per evitare che entri di nuovo aria nel sistema e che sia necessario ricominciare da capo il lavoro. Rabboccare sempre tempestivamente con nuovo liquido!

Soprattutto in presenza di serbatoi e pinze freno con volume ridotto (presenti tipicamente nelle moto da cross e negli scooter), il serbatoio viene svuotato molto rapidamente con una pompa per vuoto. In questo caso, si consiglia di eseguire lo spurgo pompando con la leva del freno/il pedale del freno. In caso di tubi freno lunghi e un elevato volume di liquido nel serbatoio e nella pinza del freno, la pompa per vuoto facilita notevolmente il lavoro.


Cambio del liquido freni – iniziamo

Metodo 1, Fase 1 – allineare il serbatoio per liquido freni in orizzontale

Metodo 1, Fase 1: allineare il serbatoio per liquido freni in orizzontale

Metodo 1: cambio del liquido tramite la leva manuale o il pedale 

01 – Allineare il serbatoio per liquido freni in orizzontale

Prima di tutto, il veicolo deve essere sollevato in sicurezza. Deve essere posizionato in modo che il serbatoio per liquido freni ancora chiuso si trovi all'incirca in posizione orizzontale. La soluzione migliore è quella di utilizzare allo scopo un sollevatore per moto adatto al modello specifico. Consigli per il sollevamento sono disponibili nei nostri consigli per meccanici fai da te Nozioni di base sugli alzamoto.


Metodo 1, Fase 2 – preparare la postazione di lavoro

Metodo 1, Fase 2: preparare la postazione di lavoro

02 – Preparare la postazione di lavoro

Coprire ora tutte le parti verniciate della moto con una pellicola adatta o un prodotto simile, in modo che gli spruzzi causati dal liquido freni non provochino danni. Cerca di essere il più preciso possibile. In pochi riescono a completare questi lavori senza sbavature. Sarebbe un peccato rovinare l'estetica della moto. Per sicurezza, tenere pronto un secchio con acqua pulita in caso di caduta.


Metodo 1, Fase 3 – inserire la chiave ad anello, poi applicare il tubo flessibile

Metodo 1, Fase 3: inserire la chiave ad anello, poi applicare il tubo flessibile

03 – Inserire la chiave ad anello, poi applicare il tubo flessibile

Innanzitutto procedere allo spurgo agendo sulla vite di spurgo del sistema frenante più lontana dal serbatoio per liquido freni. A tale scopo, inserire una chiave ad anello adatta sulla vite di spurgo della pinza del freno e applicare il tubo flessibile per l'apparecchio di spurgo dei freni o il serbatoio. Assicurarsi che il tubo flessibile sia ben alloggiato sulla vite di spurgo e non scivoli via da solo. Con tubi flessibili più vecchi, è utile staccarne un piccolo pezzo con un tronchese a taglio laterale per garantire di nuovo una tenuta salda. Se il tubo flessibile non è alloggiato perfettamente sulla vite di spurgo o se la vite di spurgo non è ben salda nella filettatura, c'è il rischio che si possa creare un sottile filo di bollicine d'aria nel tubo flessibile. Se vuoi andare sul sicuro, puoi fissare il tubo flessibile ad es. con una clip o una fascetta per cavi.


Metodo 1, Fase 4 – svitare con cautela il coperchio

Metodo 1, Fase 4: svitare con cautela il coperchio

04 – Svitare con cautela il coperchio

Rimuovere con cautela le viti del coperchio del serbatoio per liquido freni. In caso di fissaggi con viti a croce, accertarsi di utilizzare un cacciavite adatto, perché questi piccoli intagli a croce si danneggiano facilmente. Un leggero colpo con un martello sul cacciavite può allentare le viti bloccate. Aprire con cautela il coperchio del serbatoio per liquido freni e appoggiarlo in un luogo pulito con l'inserto in gomma.  


Metodo 1, Fase 5 – aprire la vite di spurgo ed estrarre il liquido pompando

Metodo 1, Fase 5: aprire la vite di spurgo ed estrarre il liquido pompando

05 – Aprire la vite di spurgo ed estrarre il liquido pompando

Ora, con cautela, aprire di mezzo giro la vite di spurgo con la chiave ad anello. Anche in questo caso si consiglia di utilizzare una chiave adatta, perché la vite è solitamente bloccata se è da molto che non viene aperta. 


Metodo 1, Fase 6, fig. 1 – estrarre pompando con la leva del freno

Metodo 1, Fase 6, fig. 1: estrarre pompando con la leva del freno

06 – Estrarre pompando con la leva del freno

Con la leva del freno o il pedale del freno estrarre il vecchio liquido freni dal sistema pompando. Prestare però molta attenzione perché alcuni cilindri dei freni, all'azionamento, tendono a espellere con forza un getto di liquido dal foro di spurgo nel serbatoio per liquido freni, andando eventualmente a colpire parti verniciate del veicolo con gli schizzi. Accertarsi sempre che il serbatoio per liquido freni non si svuoti mai!

Metodo 1, Fase 6, fig. 2 – aggiungere nuovo liquido tempestivamente

Metodo 1, Fase 6, fig. 2: aggiungere nuovo liquido tempestivamente

Nel frattempo aggiungere liquido freni nuovo nel serbatoio per liquido freni non appena il livello scende in modo visibile; come già descritto, nel sistema non deve entrare aria!

Se il liquido non dovesse scorrere nel modo corretto, c'è un piccolo trucco: dopo ogni pompaggio, serrare di nuovo la vite di spurgo. Rilasciare poi la leva o il pedale, riaprire la vite e pompare di nuovo. È un'operazione un po' faticosa, ma funziona e le bollicine d'aria vengono così espulse dal sistema. Si può evitare questo lavoro usando un apparecchio per lo spurgo dei freni con valvola di non ritorno o una vite Stahlbus, perché il liquido o l'aria non può infatti rifluire attraverso la valvola di non ritorno.


Metodo 1, Fase 7, fig. 1 – estrarre pompando fino a quando non fuoriesce soltanto liquido nuovo senza bolle

Metodo 1, Fase 7, fig. 1: estrarre pompando fino a quando non fuoriesce soltanto liquido nuovo senza bolle

07 – Pompa fuori liquido

Osservando con attenzione il livello nel serbatoio per liquido freni, proseguire fino a quando attraverso il tubo flessibile trasparente non fuoriesce esclusivamente liquido nuovo, pulito e senza bolle. 

Metodo 1, Fase 7, fig. 2 – chiudere la vite di spurgo

Metodo 1, Fase 7, fig. 2: chiudere la vite di spurgo

Tirare un'ultima volta la leva/il pedale, tenerla/o in posizione e contemporaneamente chiudere la vite di spurgo. 


08 – Sfiato

A seconda del sistema, spurgare agendo sulla successiva vite di spurgo del sistema frenante/nel caso di freni a doppio disco agendo sulla seconda pinza del freno del sistema come già descritto.


Metodo 1, Fase 9 – prestare attenzione al livello di riempimento. Non riempire troppo

Metodo 1, Fase 9: prestare attenzione al livello di riempimento. Non riempire troppo

09 –Prestare attenzione al livello di riempimento

Se lo spurgo è stato eseguito agendo su tutte le viti di spurgo del sistema frenante, riempire il serbatoio per liquido freni fino al contrassegno del livello massimo tenendolo in orizzontale. Chiuderlo poi con l'inserto in gomma pulito e asciutto (!) e il coperchio. 

Se le pastiglie freno sono già un po' consumate, non riempire il serbatoio fino al contrassegno del livello massimo. In caso contrario, alla sostituzione delle pastiglie ci sarebbe troppo liquido freni nel sistema. Esempio: se le pastiglie sono consumate al 50%, riempire fino al punto a metà tra il contrassegno del livello minimo e massimo.  

Serrare ora le viti a croce, solitamente molto morbide, con un cacciavite adatto e con molta delicatezza. Non serrare eccessivamente per evitare problemi al successivo cambio del liquido. Controllare di nuovo accuratamente il veicolo per vedere se sono presenti spruzzi di liquido freni, ed eventualmente pulirli a fondo prima che si verifichino danni alla vernice.


10 – Punto di pressione sulla leva

Successivamente, creare la pressione del sistema frenante azionando più volte la leva del freno/il pedale del freno. Controllare se, dopo una breve corsa a vuoto, è di nuovo possibile percepire un punto di pressione fisso sulla leva o sul pedale. Sul manubrio, ad esempio, la leva deve opporre una certa resistenza (non deve quindi essere molle) quando viene tirata verso la manopola. Come già descritto, un punto di pressione insufficiente/molle è da ricondurre alla presenza di aria residua nel sistema (in questo caso, ripetere la procedura di spurgo). In alternativa, la pinza freno non è a tenuta o un pistone della pompa manuale potrebbe essere usurato.


Nota: se il punto di pressione non è ancora corretto dopo aver ripetuto lo spurgo e aver eseguito un controllo preciso della tenuta, provare la procedura descritta di seguito, di comprovata efficacia: tirare con forza la leva del freno e fissarla alla manopola dell'acceleratore, per es., con una fascetta per cavi. La soluzione migliore è lasciare il sistema con questa pressione appena creata per tutta la notte. Di notte, piccole bollicine d'aria bloccate possono in tutta tranquillità risalire nel serbatoio per liquido freni. Il giorno dopo si rimuove il fissaggio, si controlla nuovamente il punto di pressione o si ripete lo spurgo in modo definitivo. 


Metodo 2, Fase 6 – aspirare il liquido freni e l'aria, prestando attenzione al livello di riempimento nel serbatoio

Metodo 2, Fase 6: aspirare il liquido freni e l'aria, prestando attenzione al livello di riempimento nel serbatoio

Metodo 2: cambio del liquido con la pompa per vuoto

Procedere come descritto nel metodo 1, fasi da 01 a 05, e proseguire come riportato di seguito: 

06 – Aspirare il liquido freni e l'aria

Aspirare con la pompa per vuoto il vecchio liquido freni e l'eventuale aria dal serbatoio. 

  • Prima che il serbatoio sia svuotato del tutto è necessario aggiungere tempestivamente nuovo liquido (vedere metodo 1, fase 6, fig. 2). 
  • Tenere quindi sempre sotto controllo il livello di riempimento! 
  • Proseguire il lavoro con la pompa per vuoto fino a quando attraverso il tubo flessibile trasparente non fluisce solo liquido nuovo e pulito, senza bolle d'aria (vedere metodo 1, fase 7, fig. 1). 

Durante l'ultimo pompaggio con la pompa per vuoto chiudere la vite di spurgo agendo sulla pinza freno (vedere metodo 1, fase 7, fig. 2). A seconda del sistema, spurgare agendo sulla successiva vite di spurgo del sistema frenante/ in caso di freni a doppio disco, agendo sulla seconda pinza del freno del sistema come già descritto.


07 – Controlla il sito

Ora procedere come descritto nel metodo 1, a partire dalla fase 8, e ultimare i lavori; controllare poi il punto di pressione e la pulizia della moto.

Prima di rimettersi in strada con la moto, controllare di nuovo attentamente il funzionamento e l'efficienza dell'impianto frenante.


Il nostro consiglio


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.