Cura e riparazione dei cavi Bowden

Se l'acceleratore, la valvola dell'aria, la frizione o il freno a tamburo sono difficili da azionare, dovresti occuparti urgentemente delle relative leve e cavi Bowden.

Cura e riparazione dei cavi Bowden

Cavi Bowden sulla moto: cura e riparazione

Se l'acceleratore, la valvola dell'aria, la frizione o, nelle moto classiche, il freno a tamburo non sono più così facili da utilizzare e l'azionamento "fa resistenza", devi dare un'occhiata urgentemente alle leve e soprattutto anche al cavo Bowden da azionare. 

Il cavo Bowden deve essere innanzitutto disposto in modo che non formi pieghe e a un arco il più ampio possibile. Se è stato stretto con pinze o disposto con una curvatura stretta, le forze richieste per azionare la leva aumenteranno notevolmente. Le manopole dell'acceleratore dovrebbero ritornare sempre automaticamente nella posizione di partenza. Se ciò non accade, il problema può essere causato da una disposizione non ottimale del cavo, dall'attrito prodotto dal manicotto dell'acceleratore sul manubrio, sul comando o sull'estremità del manubrio (ad esempio a causa di un comando a manubrio montato in modo non vantaggioso), da un cavo Bowden con anima difettosa oppure da una lubrificazione insufficiente.    

Una lubrificazione regolare e accurata è indispensabile per evitare l'usura precoce del cavo. Utilizzare sempre uno spray per cavi Bowden se il cavo ha un inserto in teflon, ovvero se all'interno dell'involucro si trova un sottile "tubo" biancastro che consente all'anima di "scivolare" meglio. 

Esempio di utilizzo di un oliatore per cavi Bowden

Esempio di utilizzo di un oliatore per cavi Bowden

L'olio farebbe gonfiare il teflon e come risultato il cavo risulterebbe duro. L'olio (meglio se non troppo fluido) deve quindi essere utilizzato solo per lubrificare cavi Bowden tradizionali senza anima in teflon, tuttavia anche in questo caso è possibile utilizzare lo spray per cavi Bowden nominato sopra. Un oliatore per cavi Bowden garantisce la perfetta applicazione nel cavo. 

Il cavo è sufficientemente lubrificato quando il lubrificante fuoriesce di nuovo dall'estremità inferiore. Se si utilizza olio, è possibile inoltre appendere il cavo smontato durante la notte in modo che l'olio possa percorrerlo efficacemente e i residui in eccesso possano essere raccolti o rimossi. 

Se durante il controllo del cavo Bowden si nota la rottura di fili isolati dell'anima, sostituire quanto prima l'anima o il cavo completo per evitare lo spiacevole strappo di un cavo Bowden durante la marcia. 

I piloti prudenti viaggiano portando sempre con sé sulla moto un kit di emergenza contenente cavi Bowden e serracavi. Verificare che i serracavi contenuti nel kit di emergenza siano effettivamente adatti ai comandi del proprio modello di veicolo e, se necessario, integrarli. 

Portare sempre con sé anche un cacciavite adatto alle viti dei serracavi e una pinza di bloccaggio che permetta di serrare i serracavi in modo sufficientemente saldo senza danneggiarli. 

È inoltre necessaria una pinza affilata per poter tagliare il filo. Il metodo migliore è quello di utilizzare una speciale pinza per cavi Bowden che non "schiacci" il filo. Anche con una buona pinza per fili metallici a becchi lunghi si genera sufficiente forza, mentre le tradizionali tenaglie corte o i tronchesi a taglio laterale sono meno efficaci. 

Utilizzare i serracavi sul cavo della frizione solo come riparazione di emergenza che permetta di raggiungere l'officina. Non montare mai un serracavo sui cavi del freno, in questo caso meglio contattare il soccorso stradale e far rimorchiare la moto in officina. I cavi dello starter e dell'acceleratore trasferiscono forze ridotte e possono essere azionati a lungo anche con serracavi, a condizione che questi siano stati ben fissati. Anche in questo caso, i serracavi saldati sono l'opzione più professionale.

Se si deve sostituire il cavo e non si ha a portata di mano un cavo già confezionato o questo non è più disponibile, oppure se è necessario utilizzare un cavo di lunghezza diversa ad esempio perché deve essere utilizzato un altro manubrio è necessario realizzare da soli un cavo Bowden. È possibile farlo in modo semplice ed economico con guaine e anime per cavi Bowden al metro e serracavi e regolatori disponibili singolarmente. 

Quando si realizza il cavo prestare attenzione a quanto segue:

  • L'"anima" deve sempre avere un po' di gioco nella "guaina" del cavo Bowden per poter funzionare senza attrito anche a piccoli raggi. Per cavi dell'acceleratore e dello starter sottili è sufficiente un gioco di 1 mm, cavi della frizione più spessi necessitano di un gioco di 1 – 1,5 mm.
  • Per prima cosa controllare accuratamente sul cavo originale le dimensioni del serracavo richieste. Le case motociclistiche giapponesi purtroppo a volte utilizzano serracavi non disponibili in commercio. Ma gli appassionati del fai da te più scaltri non si lasciano irritare da tutto questo e realizzano da soli serracavi utilizzando aste di ottone disponibili nei centri fai da te.
  • Ricordati di ordinare anche dei capoguaina. Spesso è possibile recuperare i regolatori dal vecchio cavo originale.

Per realizzare il nuovo cavo Bowden ti serve anche un saldatore elettrico con una potenza di almeno 80 watt o, ancor meglio, una lampada per saldare, un po' di lega per saldature dolci, un detergente per freni e assolutamente anche acqua per saldatura (procurabile in un centro fai da te) per il prelavaggio delle anime. Innanzitutto misurare generosamente le guaine e anime al metro rispetto al cavo originale o alla posizione di montaggio nei veicolo (nel caso di un nuovo manubrio con correzione della lunghezza corrispondente). 


Cura e riparazione dei cavi Bowden – iniziamo

Fase 1 – tagliare il cavo Bowden su misura

Fase 1: tagliare il cavo Bowden su misura

01 – Tagliare il cavo Bowden su misura

Saldare un serracavo da un lato sull'anima, montare il cavo e determinare con una prova di montaggio sul veicolo la lunghezza esatta rispetto al comando. Assicurarsi che eventuali regolatori siano stati avvitati di nuovo nella posizione di base e che ad esempio la vite senza fine della frizione sul motore si trovi anch'essa nella regolazione di base. Tenere conto del gioco necessario per il cavo (ca. 2 – 3 mm) e lasciare fuoriuscire l'anima da saldare di alcuni millimetri dal serracavo ancora allentato. 

La guaina del cavo deve essere posizionata correttamente nel regolatore e non lasciata fuoriuscire involontariamente sul bordo per poter tagliare l'anima perfettamente su misura! 


Fase 2 – allargare l'anima del cavo Bowden nel serracavo a saldare

Fase 2: allargare l'anima del cavo Bowden nel serracavo a saldare

02 – Allargare l'anima del cavo Bowden nel serracavo a saldare

Controllare accuratamente in quanto, dopo la saldatura del secondo serracavo, non è più possibile correggere il cavo. Rimuovere il cavo e saldare il secondo serracavo. Procedere come segue per la saldatura: pulire l'estremità del cavo con un detergente per freni. Spingere il serracavo e lasciare fuoriuscire leggermente l'estremità dell'anima. Serrare il serracavo nella morsa a vite e allargare tra loro i singoli fili dell'anima con il cacciavite, in modo che il serracavo non possa essere facilmente rimosso. Questa operazione renderà il punto di saldatura più stabile.


Fase 3 – pulire l'estremità del cavo Bowden con serracavo a saldare in acqua di saldatura

Fase 3: pulire l'estremità del cavo Bowden con serracavo a saldare in acqua di saldatura

03 – Pulire l'estremità del cavo Bowden con serracavo a saldare in acqua di saldatura

Immergere l'estremità del cavo Bowden con il serracavo nell'acqua per saldatura per pulirlo accuratamente. Solo in questo modo la lega per saldatura può aderire, in caso contrario scivola dal filo. Pulire con detergente per freni o diluenti non è sufficiente.


Fase 4 – Saldare il serracavo

Fase 4: Saldare il serracavo

04 – Saldare il serracavo

Riscaldare il serracavo con il saldatore elettrico o la lampada per saldare. Assicurarsi che l'anima non "ricuocia" perché potrebbe diventare fragile! Applicare lega per saldatura dall'alto sul serracavo a saldare con l'estremità allargata dell'anima rivolta verso il basso. La saldatura è perfetta quando la lega per saldatura scorre bene nel serracavo formando un sfera in corrispondenza dell'estremità allargata.


Fig. 5 – limare il punto di saldatura

Fig. 5: limare il punto di saldatura

05 – Limare il punto di saldatura

Lasciare asciugare il serracavo. È possibile eventualmente allineare la testa del serracavo con una lima. Lubrificare accuratamente il cavo finito prima di montarlo (vedere sopra). Durante il montaggio verificare se il cavo produce inutilmente attrito in corrispondenza del comando che potrebbe provocare usura precoce. Se necessario, lisciare i punti che producono attrito con una lima o con carta abrasiva. Verificare inoltre che sia presente sufficiente gioco di montaggio: un cavo dell'acceleratore troppo teso potrebbe involontariamente falsare il numero di giri al minimo o far accelerare durante la sterzata, un gioco ridotto in corrispondenza della frizione potrebbe causare lo slittamento della frizione. Sulla frizione il cavo deve avere 2 – 3 mm di gioco.


Il nostro consiglio


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.