Montaggio di una presa di bordo sulla moto

Da un punto di vista pratico non è poi così difficile posizionare una presa di bordo sulla moto, purché si sappia come farlo.

Montaggio di una presa di bordo sulla moto

Installazione della presa di bordo della moto

In questo suggerimento mostriamo come si può montare in pochi passaggi una presa di bordo sul cruscotto o in un altro punto della moto per alimentare navigatore, smartphone & Co.

Innanzitutto serve una presa con la possibilità di collegamento desiderata (presa USB, presa standard piccola o presa accendisigari). La si può trovare su www.louis-moto.it. Ora si tratta di individuare la posizione giusta sulla moto a seconda del dispositivo aggiuntivo che si vuole collegare. Si può montare una presa di bordo sul manubrio, sul telaio, sotto una piastra di supporto o nel cruscotto. Accanto alla classica funzione di comando delle utenze esterne, la presa è utilizzabile anche per caricare la batteria del veicolo, a condizione che si tratti di una batteria a manutenzione zero e che si impieghi un adattatore appropriato per il caricabatteria. 

Attenzione: per il montaggio della presa risulta utile possedere conoscenze specifiche relative all'impianto elettrico del veicolo. È necessario essere certi di poter gestire da soli il montaggio.


Montaggio di una presa di bordo sulla moto – iniziamo

Fase 1, fig. 1: montaggio sul manubrio

Fase 1, fig. 1: montaggio sul manubrio

01 – Selezionare la posizione di montaggio

Scegliere innanzitutto il punto di fissaggio della presa. Tenere in considerazione la lunghezza limitata del cavo. Il cavo deve arrivare fino alla batteria. 

Nel caso in cui la presa venga utilizzata soprattutto per caricare la batteria, si può valutare un montaggio nell'area della batteria stessa, ad esempio su un tubo del telaio al di sotto del coperchio laterale. Scegliere il punto di montaggio in modo che il retro della presa sia al riparo da schizzi d'acqua. La spina deve essere montata in maniera salda. Lasciarla semplicemente penzolare dai cavi sarebbe assolutamente indegno per un "meccanico fai da te" oltre che pericoloso, in quanto durante la guida la spina potrebbe sbatacchiare di qua e di là e rimanere impigliata in un luoghi indesiderati. Nel peggiore dei casi, addirittura nei raggi...

Per il fissaggio sul manubrio o sul telaio utilizzare la fascetta di montaggio di solito inclusa nella fornitura. La spina e la linea di alimentazione non devono ostacolare in sterzata. Su manubri metrici standard del diametro di 22 mm utilizzare lo spessore in gomma per fissare la fascetta. In caso di montaggio su tubi più sottili, ad esempio sul telaio, utilizzare eventualmente un inserto in gomma o metallo per ridurre il diametro.

Fase 1, fig. 2:  montaggio nel cupolino

Fase 1, fig. 2:  montaggio nel cupolino

Per il montaggio nel cruscotto, in un quadro strumenti o su una staffa angolare, la fascetta ovviamente non è più necessaria. In questo caso è necessario realizzare con il trapano un foro sufficientemente grande (le indicazioni relative al diametro si trovano nelle istruzioni di montaggio della presa), inserire la presa e fissarla da sotto con il dado zigrinato.


Fase 2: posare il cavo

Fase 2: posare il cavo

02 – Posare il cavo

Ora si tratta di posare il cavo di collegamento verso la batteria. Per far ciò può essere necessario smontare il serbatoio, la sella, un coperchio laterale o simili. 

Assicurarsi che il cavo non possa rimanere impigliato da nessuna parte (ed esempio in caso di sterzata completa). Il cavo deve inoltre trovarsi a una certa distanza di rispetto dalle parti calde del motore e da tutte le parti mobili. 

Fissare il cavo in modo adeguato utilizzando fascette per cavi, se possibile di un colore adatto all'area circostante. Il risultato è esteticamente migliore!


Fase 3, fig. 1: tagliare il cavo positivo…

Fase 3, fig. 1: tagliare il cavo positivo…

03 – Montaggio di una presa di bordo sulla moto

Esistono due possibilità di collegamento del cavo positivo: direttamente alla batteria o mediante il positivo di accensione. In ogni caso, dovrebbe essere montato un fusibile "volante". 

Collegamento diretto alla batteria

Se la presa viene utilizzata per caricare la batteria, ad esempio con un caricabatteria ProCharger, allora si consiglia di creare un collegamento diretto alla batteria. Questa variante di montaggio risulta inoltre vantaggioso quando si vogliono caricare dispositivi durante le pause di un viaggio. 

Il collegamento dei terminali alla batteria deve essere effettuato ad accensione spenta. Prima però trovare un punto sulla moto adatto per montare il portafusibile volante piccolo (ad esempio nell'area sotto il coperchio laterale). Esistono numerose varianti di portafusibili. Sul portafusibili illustrato tagliare il cavo positivo (rosso) della presa, posizionare le due estremità del cavo sulle clip metalliche del portafusibili e comprimere queste ultime in modo che penetrino nel cavo e creino il contatto. Devono scattare in posizione con un "clic" udibile.

Fase 3, fig. 2: …posizionare le estremità del cavo nel portafusibile (volante)…

Fase 3, fig. 2: …posizionare le estremità del cavo nel portafusibile (volante)…

Fase 3, fig. 3: …e chiudere il portafusibili

Fase 3, fig. 3: …e chiudere il portafusibili

Fase 3, fig. 4: inserire il fusibile lamellare

Fase 3, fig. 4: inserire il fusibile lamellare

Inserire quindi il fusibile lamellare da 5 A nel portafusibili.

Fase 3, fig. 5: presa collegata elettricamente

Fase 3, fig. 5: presa collegata elettricamente

Quindi avvitare i terminali alla batteria. Per evitare che si crei un cortocircuito nel caso in cui l'utensile e il telaio si tocchino, staccare prima il cavo di massa dal polo negativo della batteria, quindi il cavo dal polo positivo. Quindi fissare prima il cavo rosso al polo positivo e poi il cavo nero al polo negativo.

Fase 3, fig. 6: per poter creare il collegamento, è necessario spelare il cavo del clacson

Fase 3, fig. 6: per poter creare il collegamento, è necessario spelare il cavo del clacson

Collegamento al positivo di accensione

Il vantaggio di questa variante di collegamento consiste nel fatto che la presa non può essere utilizzata senza permesso. La presa fornisce corrente solo quando l'accensione è inserita. NON deviare nessun cavo che alimenta corrente a componenti importanti (ad esempio illuminazione o bobina di accensione). Si consiglia invece il collegamento al cavo del clacson.

Fase 3, fig. 7: realizzare il collegamento dei cavi

Fase 3, fig. 7: realizzare il collegamento dei cavi

Anche in questo caso è importante che l'accensione sia spenta. Ora collegare il cavo positivo rosso della presa al cavo del clacson. 

Mostriamo nel dettaglio come realizzare al meglio questo collegamento nei consigli per meccanici fai da te Collegamenti dei cavi. Nel nostro esempio abbiamo collegato i cavi con un connettore autosaldante.

Fase 3, fig. 8: realizzare il collegamento di massa

Fase 3, fig. 8: realizzare il collegamento di massa

Fase 3, fig. 9: scatola portafusibili collegata

Fase 3, fig. 9: scatola portafusibili collegata

Per proteggere ulteriormente la presa si utilizza anche in questo caso un portafusibile volante. Collegare il cavo negativo nero a un collegamento di massa. A questo punto la presa è collegata e pronta per l'uso.


Fase 4: controllo del funzionamento

Fase 4: controllo del funzionamento

04 – Controllo del funzionamento

Prima di rimontare sul veicolo tutti i componenti rimossi in precedenza, verificare che la presa e l'impianto elettrico della moto funzionino perfettamente in tutte le loro parti.


Fase 5: rimontare la carena o la sella

Fase 5: rimontare la carena o la sella

05 – Rimontare la carena o la sella

A questo punto rimontare tutti i componenti della moto rimossi in precedenza.


06 – Controllare di nuovo l'impianto elettrico

Prima di iniziare a guidare, controllare per sicurezza di nuovo le funzioni elettriche. La sicurezza è sicurezza...

Nota: quando non viene utilizzata, chiudere la presa per impedire che acqua piovana o sporco si depositino al suo interno.  

Consigli extra per veri meccanici

Uno per volta, allentare e serrare

Verso destra o sinistra? Non è questo il dilemma. La questione è piuttosto: in che ordine devono essere allentati i collegamenti a vite multipli (ad esempio negli alloggiamenti)? Risposta: nell'ordine inverso. Se nel manuale o sul componente viene indicata una sequenza di serraggio, è necessario allentare in senso contrario. Prestando attenzione a non sbagliare. 

Rimani sul tappeto

Per quanto il pavimento in calcestruzzo grigio dell'officina possa essere bello, molto meglio dedicarsi al fai da te su un vecchio tappeto ancora utilizzabile. È più comodo e confortevole per le ginocchia. Se cadono dei componenti, non sono subito da rottamare. Olio e altri liquidi vengono rapidamente assorbiti. E anche per proteggere i piedi dal freddo, un vecchio rivestimento per pavimenti è perfetto.


Il centro tecnico Louis

Se hai una domanda tecnica sulla tua moto, rivolgiti al nostro centro tecnico. Troverai infinita esperienza, opere di riferimento e indirizzi.

Attenzione!

I suggerimenti di meccanica fai da te sono procedure generali che potrebbero non essere applicabili a tutti i veicoli o a tutti i singoli componenti. Le condizioni specifiche del sito in cui lavori possono eventualmente variare notevolmente. Pertanto, non possiamo fornire alcuna garanzia alcuna garanzia per quanto riguarda la correttezza delle informazioni riportate nei suggerimenti di meccanica fai da te.

Grazie per la comprensione.